Siamo sinceri, questo Pisa non è neanche un lontano parente della squadra che l’anno scorso ha sfiorato i Playoff promozione. Il bicchiere è sicuramente mezzo vuoto, e se riesci come ieri a prendere 4 reti dalla squadra più scarsa della B, vuol dire che abbiamo superato anche la frutta.

Due reti sono da addebitare a Perilli n versione Nureyev, due uscite da incubo e due reti del Lane. Pisano ha sulla coscienza il 2-2 , ha indossato i panni di spaccalegna commettendo una sciocchezza al limite dell’area. Gli unici che si sono salvati sono Batman, che non poteva deluderci nella serata di Halloween, Vido che diventa sempre più importante ed insostituibile, e il Capitano mio Capitano Gucher autore di una doppietta da urlo.

A questo punto il match contro l’Ascoli diventa quasi l’ultima spiaggia, una specie di vincere o morire anche se siamo alla sesta giornata, fondamentale ritrovare l’abitudine a vincere prima che sia troppo tardi.

Anche D’Angelo ieri è sembrato alquanto in confusione, non ci è piaciuta la mossa di Masucci terzino, e rispetto al campionato scorso sembra aver perso il comando a livello tattico della squadra.

Nella conferenza stampa il Mister si è travestito da pompiere, ha cercato di buttare litri di acqua su un incendio che va al più presto spento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.