Febbraio 4, 2023

Tuttocalciotoscana

Il calcio toscano in un click

Il Pisa è come l’Araba Fenice: risorto dalle ceneri

2 min read

Un Pisa quello visto ieri sera in campo da stropicciarsi gli occhi, un 3-0 nei primi 40′ minuti che non si vedeva da tempo immemore, un trio d’attacco che fa impressione, un Morutan che in Serie B stentiamo a capire cosa ci faccia. Il rumeno se continua così, avrà sicuramente un futuro in Serie A, meglio con il Pisa ovviamente, ma la prossima stagione lo vedrà protagonista in altri palcoscenici, magari in Champions. Si perchè prima dell’inizio della partita il telone sventolato in mezzo al campo aveva il sapore della Champions, e pensiamo che ad ogni spettatore presente sia venuto in mente questo accostamento, In effetti la partita da Champions l’ha disputata il Pisa, Fere annichilite che hanno reagito solo nei primi venti minuti della ripresa, per poi rieclissarsi ed essere dominati da un Pisa straripante che ha sfiorato a più riprese la quarta rete.

Questo Pisa è il figlio migliorato di quello di Maran, non scordiamocelo, proprio come l’Araba Fenice è risorto dai cocci della stagione precedente, dalla delusione di una A sfiorata, e di inizio di stagione 2022/23 con il freno a mano tirato, ma che adesso marcia a pieno regime e di tutte le squadre di B al momento lo possiamo mettere a paragone con un Frosinone che viaggi aspedito.

Dopo le delusioni iniziali, gli obiettivi sono cambiati, e ai giocatori che avevano promesso di rientrare in zona Playoff entro fine anno, va solo detto GRAZIE, perchè al momento l’obiettivo è quello.

Adesso il Pisa è atteso dalla difficile trasferta di Bari, una neopromossa che sta stupendo, ma che sarà prima di Cheddira impegnato nei mondiali in Qatar, Sognare non costa niente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *