Febbraio 24, 2024

Tuttocalciotoscana

Il calcio toscano in un click

Reggina-Pisa 0-2 Nduja indigesta ad Inzaghi

2 min read

A volte nella vita bisogna toccare il fondo per capire e per ricominciare la salita, proprio come il Pisa che alla fine del primo tempo recitava lo stesso spartito del match casalingo contro il Sudtirol, diremmo agghiacciante. Al ritorno in campo i nerazzurri sembrano trasformati e dal nulla cosmico riemerge finalmente UNA SQUADRA, che gioca, che mette alle strette all’avversario ma che sopratutto segna. Gargiulo ed il rigore di Gliozzi portano in estati i circa 200 sostenitori pisano giunti al Granillo, ed ora il respirare aria migliore non può che portare benefici.

Un primo tempo terribile, una NON SQUADRA messa in campo, con scelte di titolari abbastanza discutibili, un pugile stretto nell’angolo da una Reggina vogliosa anch’essa di tornare alla vittoria. Ma il Pisa della ripresa è in versione Araba Fenice, risorta e ritrovata come la squadra capace di risalire fino alla quinta posizione in classifica occupata a fine Dicembre. Ed ora l’opera non è ancora compiuta, serve un filotto di vittorie per tentare di agganciare il Genoa secondo, considerando anche che il Frosinone appare sempre più irraggiungibile.

Il tabellino

REGGINA-PISA 0-2 
REGGINA: Contini; Pierozzi, Cionek, Terranova, Gagliolo (51′ Bouah); Fabbian, Crisetig, Hernani Jr (74′ Cicerelli); Rivas (61′ Canotto), Menez; Strelec (61′ Gori). A disp. Aglietti, Colombi, Loiacono, Galabinov, Di Chiara, Lombardi, Bondo, Liotti. All. Filippo Inzaghi.
PISA: Nicolas; Calabresi, Barba, Hermannsson, Beruatto; Esteves (46′ Touré), Nagy, Gargiulo (80′ De Vitis); Morutan (90′ Rus), M. Tramoni (61′ Sibilli); Moreo (61′ Gliozzi). A disp. Guadagno, Livieri, Caracciolo, Zuelli, Masucci, Tramoni L.. All. Luca D’Angelo.
ARBITRO: La Penna della sezione di Roma 1
RETI: 61′ Gargiulo, 70′ Gliozzi
AMMONITI: Moreo, Beruatto, Gargiulo
ESPULSO: Bouah per doppia ammonizione
NOTE: Spettatori 9901 di cui 161 tifosi nerazzurri. Recupero 3′ pt, 4′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *